Category Prestazioni Inps

La tutela a favore dei lavoratori fragili

Con il messaggio n. 4157/2020 l’INPS ha fornito chiarimenti in merito alla tutela riconosciuta ai lavoratori dipendenti dei settori privato e pubblico in condizione di particolare fragilità. Nello specifico, è stato precisato che per i soggetti in possesso del riconoscimento di disabilità con connotazione di gravità (art. 3, comma 3, della legge n. 104/1992) o in presenza di condizioni di rischio determinate da immunodepressione, esiti da patologie oncologiche o dallo svolgimento di relative terapie salvavita, l’intero periodo di assenza dal servizio viene equiparato a degenza ospedaliera a fronte della presentazione del certificato di malattia.

Maggiori informazioni


Assegno prenatale della Regione Veneto

Con la Delibera della Giunta Regionale del Veneto n. 1204 del 18 agosto 2020 e con il Decreto del Direttore della Direzione Servizi Sociali n. 99 del 15 settembre 2020 (pubblicato sul BUR n. 153 del 16 ottobre 2020) è stato introdotto un Assegno prenatale in via sperimentale (in attuazione della legge regionale n. 20 del 28 maggio 2020, “Interventi a sostegno della famiglia e della natalità”, artt. 6, 7 e 8). Le risorse saranno ripartite fra gli “Ambiti Territoriali Sociali”, stabilito con decreto del Direttore della Direzione Servizi sociali, fino ad esaurimento delle risorse disponibili, con vincolo di destinazione finale alle persone beneficiarie dell’assegno prenatale.

Maggiori informazioni


2 anni di contributi Inps gratuiti per il settore agricolo

La legge n. 160 del 27 dicembre 2019 (legge di bilancio 2020) all’art. 1, c. 503, ha previsto un nuovo incentivo per i coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli professionali. Tale incentivo ha come beneficiari i coltivatori diretti (CD) e gli imprenditori agricoli professionali (IAP) con età inferiore a quaranta anni, che si iscrivono alla previdenza agricola nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2020 e il 31 dicembre 2020;

Maggiori informazioni


Congedo Covid-19 per quarantena dei figli

Con la Circolare Inps n. 116/2020 sono state fornite indicazioni operative in merito all’art. 5 del D.L. n. 111/2020 che ha introdotto, a favore dei genitori lavoratori dipendenti, un congedo indennizzato (c.d. congedo Covid-19 per quarantena scolastica dei figli) da utilizzare per astenersi dal lavoro, in tutto o in parte, in corrispondenza del periodo di quarantena del figlio convivente e minore di anni quattordici, disposta dal Dipartimento di prevenzione della ASL territorialmente competente a seguito di contatto verificatosi all’interno del plesso scolastico. In particolare, è stata prevista la possibilità di utilizzare il congedo di cui trattasi, in alternativa al lavoro in modalità agile, anche nelle ipotesi in cui il contatto sia avvenuto in luoghi diversi dal plesso scolastico.

Maggiori informazioni


Guida all’ICD Regione Veneto

Per coloro che sono residenti in regione Veneto e hanno un familiare disabile a casa, dal 2013 è istituita l’Impegnativa di Cura Domiciliare (ICD) che ha sostituito il precedente assegno di cura.

Sono previste 5 tipologie di ICD, una delle quali costituisce una novità in quanto destinata a persone con grave necessità assistenziale nelle 24 ore della giornata. La nuova procedura ha predefinito gli importi dei contributi e le modalità di assegnazione, basata su graduatorie per gravità di bisogno assistenziale e situazione economica rilevata con l’ISEE. 

Maggiori informazioni


Ticket licenziamento. Quando è dovuto?

Con la L. 92/2012 (comma 31, articolo 2) di riforma del mercato del lavoro è stato introdotto un contributo di ingresso alla disoccupazione Naspi (ticket di licenziamento) che ogni azienda è tenuta a versare all’Inps in caso di licenziamento. Va ricordato che a prescindere dall’effettiva percezione della NASpI da parte del lavoratore licenziato, il datore di lavoro è comunque tenuto al pagamento del ticket in tutti i casi in cui la cessazione del rapporto generi in capo al lavoratore stesso il teorico diritto alla indennità (il ticket è dovuto anche qualora il lavoratore non abbia maturato i requisiti per l’accesso alla NASpI o il datore di lavoro sia a conoscenza della rioccupazione del lavoratore presso altra azienda).

Maggiori informazioni


La malattia Inps

L’indennità per malattia è la prestazione economica riconosciuta ai lavoratori dipendenti quando si verifica un evento che ne determina la temporanea incapacità lavorativa. Per avere diritto all’indennità economica di malattia, è necessario che il lavoratore si rechi dal medico di base per il rilascio del certificato. Il medico provvederà a trasmetterlo telematicamente all’Inps.

Maggiori informazioni