Archives Marzo 2021

Posso lavorare con la pensione Quota 100?

L’art. 14 del decreto-legge n. 4/2019 convertito con modificazioni, in legge n. 26/2019 ha previsto la facoltà di conseguire il diritto alla pensione anticipata, definita “pensione quota 100”, al perfezionamento, nel periodo compreso tra il 2019 ed 31 dicembre 2021, di un’età anagrafica non inferiore a 62 anni e di un’anzianità contributiva non inferiore a 38 anni, a cui va aggiunta una finestra pari a 3 mesi per i lavoratori del settore privato (dipendenti e autonomi) e di 6 mesi per i lavoratori del pubblico impiego.

Maggiori informazioni


La pensione con i lavori usuranti

La normativa italiana (Decreto Legislativo n. 67/2011) prevede alcuni benefici per coloro i quali sono impiegati in attività particolarmente faticose e pesanti. Infatti per questa categoria di lavoratori è prevista la possibilità di anticipare il diritto di accesso al trattamento pensionistico, fermo restando il requisito di anzianità contributiva non inferiore a 35 anni. La normativa ai sensi del D.Lgs. n. 67/2011 non è da confondere con la Legge n. 205/2017 che riguarda i lavori gravosi.

Maggiori informazioni


Il congedo obbligatorio di paternità 2021

Per le nascite, affidamenti e adozioni avvenute nel 2021, la legge di bilancio 2021 (L. 178/2020) ha stabilito che la durata del congedo obbligatorio è pari a 10 giorni da fruire, anche in via non continuativa, entro i cinque mesi di vita o dall’ingresso in famiglia o in Italia (in caso, rispettivamente, di adozione/affidamento nazionale o internazionale) del minore. Altresì è stata prorogata la possibilità di richiedere 1 ulteriore giorno di congedo facoltativo in sostituzione a quello obbligatorio in capo alla madre lavoratrice.

Maggiori informazioni