Chi può richiedere il bonus
Le famiglie con valore Isee inferiore a 40.000 €

Importo del Bonus
> Credito di € 150,00 per i nuclei composti da 1 persona;
> Credito di € 300,00 per nuclei composti da due persone;
> Credito di € 500,00 per le famiglie con più di due persone.

Come funziona

Il bonus si utilizza:
> Per l’80%, nel periodo dal 1° luglio e il 31 dicembre 2020, sotto forma di scontro sul corrispettivo dovuto per il servizio turistico.
> Per il 20%, in forma di detrazione di imposta da usufruire nella dichiarazione dei redditi che verrà presentata nell’anno 2021 dal componente del nucleo familiare a cui viene intestata la fattura o il documento commerciale o lo scontrino/ricevuta fiscale relativi al servizio turistico.

Come richiedere il bonus
Il bonus si richiede tramite l’app: IO

Una volta scaricata l’applicazione, è necessario avere:

  • lo SPID, cioè il Sistema pubblico di identità digitale che permette di accedere a tutti i servizi online della Pubblica Amministrazione o la Carta di identità elettronica a cui viene associato un PIN di 8 cifre che permette anch’esso di accedere ai servizi digitali della Pubblica Amministrazione
  • l’ISEE 2020 ordinario o corrente

Requisiti

  • le spese devono essere sostenute in una unica soluzione;
  • il totale del corrispettivo deve essere documentato da fattura nella quale deve essere indicato il codice fiscale del soggetto che intende fruire del credito;
  • il pagamento del servizio, se non effettuato direttamente alle imprese turistico ricettive/agriturismi o bed&breakfast, potrà essere gestito solo da agenzie di viaggio o tour operator.

ATTENZIONE: Codice tributo
L’agenzia delle Entrate, con la Risoluzione 33/E del 25 giugno 2020, ha comunicato che sarà 6915 il codice tributo che il titolare della struttura turistica dovrà utilizzare in fase di compilazione del modello F24 laddove abbia accordato lo sconto in fattura all’ospite e voglia utilizzare in compensazione il corrispondente credito d’imposta.

Scarica la Guida edita dall’Agenzia delle Entrate