In data 9 marzo 2020, l’INPS ha pubblicato la Circolare n. 34/2020 con cui vengono fornite le istruzioni per il riconoscimento della pensione di inabilità in favore dei lavoratori affetti da patologia asbesto-correlata accertata e riconosciuta con MP INAIL (malattia professionale).

La Legge n. 58/2019 ha ampliato quanto già previsto dalla Legge n. 232/2016 (art. 1, c. 250), in materia di riconoscimento della pensione di inabilità in favore dei soggetti che abbiano contratto malattie professionali a causa dell’esposizione all’amianto (Circolare congiunta Inps e Inail n. 7/2018). Nella Gazzetta Ufficiale n. 34/2020 è stato pubblicato il decreto attuativo del 16 dicembre 2019 nell’ambito della legge n. 222/1984.

Soggetti beneficiari

La Legge n. 232/2016 ha ampliato la platea dei destinatari del trattamento pensionistico di inabilità anche ai soggetti che abbiano contratto patologie asbesto–correlate accertate e riconosciute (ai sensi dell’articolo 13, comma 7, della legge n. 257/1992)

Requisiti

La pensione di inabilità viene riconosciuta per tutte le patologie asbesto–correlate, a condizione che siano riconosciute di origine professionale con apposita certificazione rilasciata dall’INAIL.

Inoltre il soggetto deve aver accreditati almeno cinque anni di contribuzione nell’arco dell’intera vita lavorativa.

Domanda
Attenzione: 2 domande da presentare

La domanda per il riconoscimento delle condizioni per l’accesso al beneficio e la domanda di accesso al beneficio (domanda di pensione di inabilità) devono essere presentate in modalità telematica.

Le domande di riconoscimento delle condizioni per l’accesso al beneficio devono essere presentate entro il 31 marzo di ogni anno.

Decorrenza

La decorrenza della pensione è attribuita secondo i criteri di carattere generale e comunque non potrà essere anteriore al 1° luglio 2019.

_________________________________________________

Scarica la Circolare Inps
n. 34 del 09 marzo 2020

Scarica la Circolare Congiunta Inps e Inail
n. 7 del 19 gennaio 2018